gen 152011
 

Una delle novità di come vanno le cose del mondo a ridosso di questo referendum, è che la politica si è dimostrata totalmente inutile. In fondo Marchionne ha agito senza cercare sponde governative o schieramenti politici, mentre al contrario il governo e lo schieramento politico, il solito, si sono affrettati ad inseguire l’a.d. Fiat. I sindacati, invece, hanno cercato di stanare i partiti di tutti gli schieramenti dal Pd alla Lega passandoper il centro, ma non sembra, soprattutto nel caso della Fiom che ciò sia servito. AnziLa modernità di quanto successo non è a mio avviso da ricercarsi tanto nei contenuti – basta leggersi un po’ di storia per convincersene – ma nel completo bypass – come quello del cuore insomma – della politica.La politica ha commentato profusamente prima, durante e dopo il voto, ma in fondo la Fiat se n’è stropicciata alla grande. E questi sono i risultati. Ed il sindacato, penso, farebbe bene ad imparare – solo questo, per carità, da Marchionne.

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>